Pagina principale Cosa facciamo Calamità naturali Il MAM dona 50 milioni di rupie per la ricostruzione dopo le inondazioni a Chennai
Il MAM dona 50 milioni di rupie per la ricostruzione dopo le inondazioni a Chennai

Chennai, 8 dicembre 2015

In seguito ai colossali danni e perdite causati dalle piogge senza precedenti cadute a Chennai e in altre zone del Tamil Nadu, il  Mata Amritanandamayi Math (MAM)  ha donato 50 milioni di rupie (circa 670.000 euro, n.d.t.) al Primo Ministro, per le opere di soccorso e ricostruzione. A nome del MAM, Swami Ramakrishnananda Puri ha incontrato, a Chennai, la dottoressa J.Jayalalitha, primo ministro del Tamil Nadu, e le ha consegnato la cifra.

 


Seguendo le indicazioni di Amma, i volontari del MAM hanno partecipato attivamente agli interventi di soccorso a partire dall'ultima settimana di novembre. Dal 1° dicembre, un gruppo di circa 500 volontari, composto di studenti e docenti dei campus universitari Amrita Vishwa Vidyapeetham di Bangalore e di Coimbatore, insieme con i devoti, sono coinvolti in attività di soccorso, tra le quali la messa in sicurezza delle persone rimaste bloccate a causa della calamità, la distribuzione di beni di prima necessità, come cibo, medicinali, utensili, fornelli, vestiti, coperte e prodotti per l’igiene personale, nelle zone gravemente colpite, quali MGR Nagar, Choolaipallam, distretto del Kaanunagar, Saidapet, Jafferkhanpet, Samiarmadom, Nallankuppam in Ashok Nagar, Tarapakkam e Sadanandapuram.

Un furgone allestito come unità di telemedicina, due ambulanze completamente attrezzate (fornite di strumentazione per il monitoraggio cardiaco, pronto soccorso, test per diagnosi immediata di malattie epidemiche, ecografia a colori, radiografia a raggi X, piccola sala operatoria e sala parto, elettrocardiogramma e microscopio ottico), insieme con un'equipe medica e paramedica composta da 25 membri del Centro medico Amrita, hanno raggiunto oggi Chennai, prodigandosi immediatamente per fornire la più efficace assistenza medica. Queste equipe saranno in grado di gestire eventuali focolai epidemici e di mettere in atto misure di prevenzione.

Nel corso degli anni, il MAM ha prestato soccorso efficacemente in contesti colpiti da gravi calamità naturali. A partire dal terremoto in Lattur Maharashtra, il MAM è stata una delle prime organizzazioni a offrire aiuto immediato dopo lo tsunami, in forma di rifugi temporanei, cibo, vestiti, ecc., nonché soluzioni a lungo termine provvedendo all'alloggio, alla formazione professionale, ecc. Dopo la calamità naturale in Uttarakhand, il MAM è ancora attivo contribuendo alla ricostruzione di case, scuole e università, fornendo formazione professionale, rendendo indipendenti le donne e provvedendo all'apprendimento scolastico dei bambini tramite l’impiego dei tablet.


 
 

Cosa facciamo