Pagina principale Chi siamo Amma nel mondo Il motivo per cui Amma vuole sempre servire il cibo
Il motivo per cui Amma vuole sempre servire il cibo

Kanyakumari, Tamil Nadu, 27 gennaio – Tour Indiano 2017

Al termine del programma di Trivandrum, il gruppo del tour ha raggiunto KayanaKumari, dove si sarebbe tenuto il programma successivo. All’arrivo, Amma ha deciso di servire il prasad, Una volta conclusa la distribuzione del cibo, seduta sulla veranda della scuola Amrita Vidylayam, Amma ha cominciato a spiegare al gruppo il motivo per cui insiste sempre a servire il prasad…

 


Si può soddisfare completamente solo la fame
“Ad Amma piace servire il prasad perché la fame è l’unico desiderio umano che si può completamente soddisfare, fino al punto che le persone non ne desiderano più. Altri desideri non possono mai essere totalmente soddisfatti, perché se ne vuole sempre di più. La fame è uguale per tutte le persone: una volta che hanno lo stomaco pieno, sono soddisfatte.


“D’altra parte, con i soldi, per esempio, non si può mai dire “abbastanza”. Una persona povera diventerà ricca quando avrà abbastanza soldi e poi sarà ingorda quando sarà ricca e quindi non sentirà mai di avere abbastanza soldi. Con il cibo, le persone si saziano velocemente e dicono che non ne vogliono più, che ne hanno avuto abbastanza”.

 


Raccolta di piccoli mango e bilimbi
Quindi Amma ha cominciato a raccontare una storia di quando era bambina. Ha ricordato come, quando andava a scuola, Amma raccoglieva i mango piccoli e i bilimbi* che cadevano dagli alberi, per portarli ai bambini della scuola che non avevano nulla da mangiare. Amma li tagliava a pezzettini, li mescolava a sale e peperoncino e poi portava questo cibo a scuola per i bambini che non avevano nulla da mangiare. Lo offriva loro e loro lo mangiavano e poi prendevano l’acqua dal pozzo per bere.


Amma ha continuato ricordando le tradizioni e la cultura di quei tempi.

Ciò che era motivo di vergogna ora è trendy
“A quei tempi le persone riparavano i vestiti rotti, cucendo gli strappi e mettendo toppe sui buchi. Ai tempi era doloroso vedere persone che indossavano vestiti rovinati ma al giorno d’oggi le persone acquistano un paio di jeans nuovi di zecca a 25 dollari e poi pagano altri 100 dollari affinché vengano inserite sopra toppe e creati buchi, perché è diventato di moda. Ironicamente, oggi le persone fanno i buchi ai loro vestiti, esponendo tutte le parti del corpo che i vestiti dovrebbero coprire. Non è più una vergogna per le persone andare in giro con i vestiti strappati. A quei tempi era una vergogna andare in giro con vestiti così”.

Le persone sedute attorno ad Amma sono scoppiate a ridere.

“A quei tempi le persone morivano di fame, ma oggi le persone si lasciano morire di fame per perdere qualche chilo di troppo. Coloro che non avevano cibo e vestiti si vergognavano se qualcuno veniva a sapere che avevano i vestiti strappati o non potevano permettersi il cibo, ma adesso la gente è fiera dei propri vestiti rovinati o di non aver mangiato.

“Le persone vogliono sembrare magre e belle - che poi siano davvero belle, questa è un’altra storia - ma loro pensano di essere belle.

 


L’atteggiamento è tutto
“È tutta questione di atteggiamento mentale. Se non si è poveri, indossare jeans strappati diventa motivo di orgoglio. Ciò che era motivo di vergogna è ora motivo di prestigio. Se una persona ha la gobba, gli altri potrebbero prenderla in giro, ma se qualcuno creasse un vestito con una sporgenza sulla schiena, la chiamerebbero ultima moda”.


Quindi Amma ha preso il cuscino, lo ha piegato e lo ha infilato nella parte posteriore del suo vestito, all’altezza della schiena, imitando il vestito di cui parlava. Tutti hanno iniziato a ridere e, una volta che le risa si sono placate, Amma ha proseguito: “Amma voleva vedere ridere tutti, è per questo che si è messa il cuscino sulla schiena, non voleva prendere in giro nessuno, voleva solo vedere tutti ridere”.


Amma ha concluso il suo discorso con un semplice consiglio: “Il mondo sta andando in una direzione molto strana. Dobbiamo guardare dentro di noi, non altrove. Guardate all’interno”.

 


____________________
*Il bilimbi è il frutto dell’albero, di genere Averrhoa, della famiglia delle ossalidacee. È di forma cilindrica ed ellissoidale, di colore verde. È aspro, croccante e succoso, ricco di sostanze nutritive. È utilizzato come spezia in cucina in alcuni piatti stagionali. Si trova in climi tropicali, coltivato nei frutteti.

 

 


 
 
Banner
InDeed - Campagna per la natura:
piccole cose che potete fare adesso per creare una grande differenza

Chi siamo